SREGOLATEZZA E GENIO

PRODUTTORE: ANDREA PICCHIONI
NOME DEL VINO: SOLELUNA
ANNATA: 2018
PAESE: ITALIA
REGIONE: LOMBARDIA
AREA VITIVINICOLA: OLTREPO’ PAVESE
TIPOLOGIA: VINO BIANCO VIVACE
UVE:  PINOT NERO 100%
GRADO ALCOOLICO: 12,5% 
NOTE PERSONALI: Lo so Andrea Picchioni è un produttore rossista ma il suo Soleluna fa eccezione. Pur provenendo da uve rosse, il pinot nero, è vinificato in bianco. Non gli dà particolare importanza, infatti, è difficile trovarlo nei suoi banchi d’assaggio istituzionali. Tuttavia, ho avuto riscontro positivo presso molti ristoranti dove viene proposto alla clientela. Nel mio orticello bresciano, “il Franco” della Trattatoria Il Naviglio dice che non fa a tempo ad acquistarlo che lo ha già finito. All’Osteria del Maistrì mi hanno ribadito che incontra il gusto della clientela. Ve ne saranno anche altri che non conosco sparsi sul territorio lombardo  che avranno un analogo riscontro.
Il “Picchio” lo tratta con nonchalance e un po’ lo bistratta ma quest’anno l’ha veramente centrato. Ne abbiamo fatto un assaggio da campione di vasca prima della presa di spuma e ora nella bottiglia abbiamo ritrovato la succosità e la polposità dell’uva del primo sorso. L’etichetta naïve è coerente con un prodotto che vuole essere semplice, alla portata di tutti. Non certo elegante ma gioviale. Nel mentre lo si versa, il colletto bianco di spuma, che richiama la bière blanche belga, incorona un bel color giallo paglierino scarico. Le bollicine sono gradevoli sia alla vista sia al palato. Al naso l’effervescenza sprigiona note fruttate. In bocca si assapora un misto di frutta bianca su cui spicca la mela. Il finale è secco e di giusta lunghezza. E’ un “jolly” sulla tavola: va bene sia di aperitivo, sia con salumi sia con piatti di pesce. C’è del genio in questa bottiglia. E’ stato molto apprezzato  per la sua freschezza anche da miei amici che non conoscono affatto l’Oltrepo’ e bevono prevaletemente Prosecco, abitando a Padova.
L’unico sprone è: diamo un po’ di regolarità a questo genio. Su, dai, crediamoci!
By D.T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *